Volley: il punto sulle finali femminili e maschili

285

Come per gli altri Sport, anche nella pallavolo italiana si stanno giocando le partite decisive per l’assegnazione dello Scudetto sia in campo femminile che maschile.

Partendo dalla finali femminili, le ragazze dellaProsecco Doc Imoco Volley Conegliano fannoun altro passo avanti per la conquista del campionato e si portano sul 2 a 1 in una serie che le aveva viste partire in svantaggio. Contro la Vero Volley Monza, il team veneto dopo un primo set punto a punto, durante il quale erano anche in svantaggio di tre lunghezze, è riuscito a portarsi comunque sull’uno a zero, per poi conquistare anche un secondo set senza storia e portarsi a casa anche la terza frazione di gioco, malgrado i tentativi delle brianzole di reggere l’urto, per il definitivo 3 a 0. Le protagoniste di questa gara 3 non potevano non essere la nostra Paola Egonu, 17 punti, Robin De Kruijf e KathrynPlummer. Domani le Pantere avranno l’occasione di chiudere la serie, vincendo il quinto scudetto della loro storia, il quarto consecutivo.

Spostandoci alle Finali maschili, la Sir Safety Conad Perugia non sbaglia davanti al pubblico amico del Pala Barton, contro i campioni in carica della Lube Civitanova. Gli umbri, che arrivavano a gara 3 sotto per 2 a 0 in virtù del doppio successo marchigiano, dovevano vincere a tutti i costi per mantenere viva la corsa Scudetto. Sotto al primo set, Perugia si affida alle prestazioni del suo uomo di punta, il cubano naturalizzato polacco Wilfredo Leon, 21 punti e 5 ace, ma anche della continuità del palleggiatore Simone Giannelli, che le consentono di ribaltare il risultato e chiudere la contesa per 3 set a 1.

Si andrà quindi a gara 4, a Civitanova, dove la Lube cercherà di bissare il successo dello scorso anno, ottenuto sempre contro Perugia, e conquistare il suo quarto scudetto in cinque anni, escludendo il campionato del 2020, sospeso per Covid.

Appuntamento mercoledì 11 maggio alle ore 20.30 che potrà decretare già il campione di SuperLega di questa edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *